espositori

Viaggio tra gli espositori di R.I.V.E. 2018: FCPCerea

Fondata nel 1908, FCPCerea – Fabbrica cooperativa Perfosfati, è una delle Cooperative più antiche d’Italia. Inizialmente con sede a Cerea, nel veronese, dove il focus principale era il perfosfato minerale, con il passare degli anni oltre che a spostarsi di qualche km nella frazione di Bonavicina, ha cambiato anche il business principale con la produzione di concimi granulari NPK-NP-PK organo minerali, minerali e biologici e oggi, oltre a ciò, offre una linea di prodotti speciali che sono sotto forma liquida.

Produzione

Nella sede si trovano le unità produttive, l’impianto di miscelazione e di confezionamento con doppia vagliatura e depolverizzazione, oltre che ad una grande superficie di stoccaggio. Tutti gli impianti sono computerizzati ed automatizzati nell’ottica dell’assoluto ammodernamento così da assicurare massima flessibilità e tempestività nel soddisfare le richieste dei clienti.

FCPCerea è in grado di produrre e commercializzare una gamma varia e completa di formulati, semplici e complessi e formulazioni specifiche sulla base delle analisi dei terreni e delle esigenze colturali, per soddisfare le necessità dei singoli agricoltori. FCPCerea offre anche la possibilità di realizzare prodotti per selezionati partner industriali ed è dotata di laboratori sia per il controllo della qualità delle materie prime e sia di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti.

Progetto RPE – Rise Phosphorus Efficiency

FCP Cerea è partner del progetto che punta a realizzare fertilizzanti fosfatici ad alta efficienza, soprattutto per l’agricoltura biologica, che si basano su minerali semplici e non modificati chimicamente e sugli scarti della filiera alimentare e dell’allevamento animale.

Il progetto è stato finanziato per il 40% attraverso fondi europei gestiti dalla Regione Veneto e per il restante dalle aziende coinvolte.

FCP Cerea si occupa di mettere a punto una serie di prototipi di fertilizzanti organo-minerali solidi e liquidi tramite la granulazione controllata con differenti reagenti.

Questi prototipi sono a basso impatto ambientale e richiedono una ridotta domanda di energia per la loro produzione. La loro caratteristica principale è però quella di avere un elevato rapporto tra fosforo applicato e fosforo distribuito, che consente alle piante coltivate un ottimale sviluppo vegeto-produttivo (Phosphorus Use Efficiency).