espositori

VIVAI COOPERATIVI RAUSCEDO: Viaggio tra gli espositori di R.I.V.E. 2018

Da 80 anni a Rauscedo, nel pordenonese, operano i Vivai Cooperativi Rauscedo specializzata nell’attività vivaistico-vinicola e nella produzione di barbatelle innestate. In oltre 70 anni di attività, la Vivai Cooperativi Rauscedo è diventata la più grande azienda vivaistico-viticola del mondo.

Oggi la cooperativa conta 250 soci e coltiva oltre 1.200 ettari di vivaio e 1.500 a portinnesti: un potenziale enorme che permette, ogni anno, di produrre oltre 80 milioni di barbatelle suddivise in più di 4.000 combinazioni.

L’estensione dei terreni da vivaio, il clima particolarmente favorevole, la grande professionalità degli associati, consentono di ottenere rese, in barbatelle di 1ª scelta, impensabili altrove, mediamente del 75%, con punte di oltre il 90%. Per raggiungere questi livelli è necessario che tutti i processi biologici, dalla formazione del callo alla radicazione, alla maturazione e lignificazione, si svolgano in condizioni ottimali e diano poi luogo ad una qualità morfologica ineccepibile, come quella dei prodotti VCR.

I cloni originali VCR

Dal 1960 i Vivai Cooperativi Rauscedo selezionano i propri cloni originali: una scelta strategica molto importante per porre a disposizione dei viticoltori, accanto ai cloni costituiti dagli Istituti di Ricerca Pubblica, un gran numero di selezioni proprie. Dopo il grande successo ottenuto con la serie “Rauscedo” che ancora oggi annovera al proprio interno degli ottimi cloni come il Cabernet Sauvignon Rauscedo_5, lo Chardonnay Rauscedo 8, il Sangiovese Rauscedo 24, il Sauvignon Rauscedo 3, ecc, dal 1990 è iniziata l’omologazione dei cloni “VCR”.

Questi ultimi biotipi si distinguono innanzitutto per il controllo sanitario che è esteso a tutte le entità virali più pericolose e diffuse nella vite ed in particolare al complesso dell’arricciamento, dell’accartocciamento e del legno riccio, e per la grande attenzione posta, a livello genetico, nell’identificazione di biotipi in grado di dare risposte quanti-qualitative adeguate alle esigenze della moderna viticoltura.

Sperimentazione

Il segreto del primato dei VCR sta nella ricerca continua di nuove varietà, cloni ed incroci che possano dare risultati sempre migliori per il viticoltore. Tutti i grandi filoni della ricerca vivaistico-viticola sono stati percorsi dai Vivai Cooperativi Rauscedo: dall’uso della micropropagazione e dell’innesto a verde, ai controlli sanitari tramite Elisa test e P.C.R., alla clonazione con pressione selettiva debole alla caratterizzazione enologica dei cloni attraverso la valutazione dei parametri fini.