enologia

Italia primo produttore mondiale di vino

Con i suoi 42,5 milioni di ettolitri, anche per il 2017 l’Italia si conferma il primo produttore mondiale di vino, seguita seguita dalla Francia con 36,7 milioni e dalla Spagna, con 32,1 milioni.

A dirlo è l’Organizzazione mondiale del vino e della vite che ha reso noti i numeri relativi alla congiuntura vitivinicola mondiale, con le evoluzioni e le tendenze del mercato, lo scenario produttivo e di consumo, oltre che la bilancia import-export.

Secondo i dai Nel 2017 la superficie agricola utilizzata a vigneto si è attestata sui 7,6 milioni di ettari. Sono stati prodotti 250 milioni di ettolitri di vino, in calo dell’8,6% rispetto all’anno precedente: è una produzione storicamente bassa causata dalle condizioni climatiche sfavorevoli.

Riguardo gli acquisti, sono stati consumati 243 milioni di ettolitri consumati, una tendenza positiva che si ripete da quasi 3 anni che vede al primo posto, con i suoi 32,6 milioni di ettolitri consumati, il mercato americano seguito dai paesi tradizionali come Francia (27 milioni) e Italia (22,6 milioni), oltre al maturo mercato della Germania (20,2 milioni) e dalla Cina, in continua espansione (17,9 milioni).