espositori

Viaggio tra gli espositori di R.I.V.E. 2018: CARRARO

Specializzata nella produzione di trattori, il gruppo Carraro opera nel campo agricolo fin dal 1932.

In un settore dove è fondamentale innovare e proporre prodotti adatti ai diversi contesti di utilizzo, Carraro è costantemente impegnata a soddisfare gli elevati requisiti dei clienti, aiutandoli ad ottenere maggiori profitti ed efficienza operativa, senza rinunciare però al comfort.

Carraro concepisce, progetta e realizza l’intera gamma di trattori specializzati, parallelamente ai trattori speciali (vigneto, frutteto e standard) per i principali costruttori mondiali di macchine agricole.

 

Prodotti

Oggi la gamma Carraro è focalizzata su sei modelli principali (Frutteto, Frutteto Largo, Frutteto Basso, Vigneto, Vigneto Largo e Vigneto Largo Basso) disponibili con motorizzazioni che variano dai 80 ai 110 cavalli e declinati in un’ampia serie di varianti, concepite per rispondere alle più diverse esigenze degli utenti finali.

Il Gruppo Carraro propone anche il marchio Carraro “Tre Cavallini” dedicato alle proprie gamme di trattori fin dagli anni ’60. Oggi questo brand rappresenta un aspetto strategico dell’intero business Carraro, che comprende anche sistemi di trasmissione (assali e trasmissioni) per macchine agricole e movimento terra.

 

Innovazione

Nel 2017 l’azienda lancia la nuova gamma di trattori Carraro Agricube con motorizzazione Stage IIIB e rinnovata anche nel design: taglio più moderno, tono di grigio più caldo, grafiche che alleggeriscono la struttura del cofano e banda tricolore per rendere ancora più evidente l’eccellenza del Made in Italy. Inoltre, grazie al contatto diretto con gli utilizzatori dei mezzi agricoli, Carraro ha sviluppato nuove soluzioni di prodotto e varianti in grado di rispondere alle diverse esigenze degli utenti finali nei vari contesti di lavorazione.

 

Museo

Nel 2014 nasce il Museo del Trattore dedicato a Oscar Carraro, che espone alcuni prodotti che simbolicamente hanno scandito il successo dell’azienda negli anni ’60 e ’70.