espositori

Viaggio tra gli espositori di Rive 2017: Martignani

L’uso sostenibile dei fitofarmaci è al centro degli interessi di Martignani, azienda romagnola che nel 1958 introdusse in Italia la tecnica del basso volume d’acqua. Martignani produce nebulizzatori per agricoltura e viticoltura e sarà a Rive 2017 nella sezione dedicata alle tecnologie per la viticoltura.

martignani logoMartignani: dal 1958 i nebulizzatori in Italia
L’azienda approda in Italia nel 1958 con l’introduzione dei primi nebulizzatori pneumatici, che utilizzavano la tecnica applicativa del basso volume d’acqua. Nel 1981 Martignani è stata la prima azienda ad introdurre in Europa la carica elettrostatica delle microgocce, che permette di usare miscele concentrate fino a 10 volte, con risparmi del 90% in acqua e fino al 50% di prodotto chimico, in assenza totale di gocciolamento. In tutti questi anni ha meritato diversi premi per l’innovazione tecnologica in viticoltura e frutticoltura, meritandosi di entrare nel novero dei leader di settore.

Le peculiarità del sistema di nebulizzazione firmato Martignani
I nebulizzatori Martignani utilizzano un sistema di polverizzazione pneumatica brevettato che consente, nel rispetto della pianta consentito dalla bassa pressione del liquido, di:

  • essere rapidi nell’azione
  • garantire una nebulizzazione finissima e costante, con distribuzione perfetta ed uniforme del principio attivo
  • ottenere un’eccezionale capacità di penetrazione in qualsiasi tipo di coltura ed allevamento
  • efficacia superiore nei trattamenti anticrittogrammici e insetticidi
  • risparmio di acqua (oltre il 90%), prodotto chimico (oltre il 30%), tempo di manodopera (oltre il 60%), carburante (oltre il 40%)
  • evitare il gocciolamento dalla vegetazione e quindi l’inquinamento del suolo