Magazine

L’enoturismo in Germania: quattro mete da non perdere

La puntata odierna del viaggio di Enotrend nell’enoturismo internazionale parla tedesco: Rheinessen, Baden, Pfalz e Mosel le tappe che affronteremo alla scoperta della coltivazione di vino in Germania.

E’ soprattutto il clima a delimitare le aree dedicate alla coltivazione del vino in Germania: la viticoltura si concentra infatti nel sud ovest del Paese, in un territorio di circa 102 mila ettari che confina con la Francia a ovest e con la Svizzera a sud. Le regioni sono quattro: Rheinhessen, Pfalz, Baden e Mosel.

Enoturismo in Germania, RheinessenRheinhessen – Assia Renana
La Renania, che ha festeggiato nel 2016 il 200esimo anniversario dalla sua fondazione, si estende a sud della città di Magonza, lungo il corso del fiume Reno. Prevalentemente collinosa e caratterizzata da un clima particolarmente secco e mite rispetto alla media tedesca, l’Assia Renana si qualifica come la regione vinicola più grande della Germania con 26 mila ettari dedicati. Questa terra, denominata “delle mille colline”, rientra nelle 13 zone di produzione tipica del Paese: il 70% della superficie viticola è dedicata alla produzione di vini bianchi, con una prevalenza di Riesling e Müller-Thurgau.

Baden, destinazione enoturistica in Germania

Baden
Quest’area, che si estende dal confine svizzero verso l’interno della Germania comprendendo Stoccarda, è caratterizzata, dal punto di vista climatico, dalle temperature più alte tra le aree vitivinicole in Germania. Questo dettaglio, unito alla particolare composizione del terreno e alla presenza di rocce di origine vulcanica, conferisce unicità ai vini prodotti con le uve locali. La superficie totale dedicata alla viticoltura è pari a 15 mila 800 ettari: la terza per dimensione nel Paese. Notevole la “Badische Weinstrasse” che parte da Baden-Baden, attraversa le zone viticole della Foresta Nera e arriva al confine con la Svizzera, a Weil am Rhein. Da non perdere una visita ai dintorni del Lago di Costanza.

Palatinato: enoturismo in Germania

Pfalz – Renania Palatinato
Sulla sinistra del Reno e a sud rispetto al Rheinhessen si trova Pfalz, la seconda area vitivinicola per estensione in Germania, con una superficie totale di 23 mila 500 ettari.Rappresenta la coltivazione più grande al mondo di Riesling, ma è conosciuta anche per il rosso Dornfelder. La famosa Deutsche Weinstraße, la strada tedesca del vino, si snoda per circa 85 km tra le città di Schweigen-Rechtenbach e Bockenheim, con la Weintor, Porta del vino, che segna l’inizio del percorso. Lungo il tracciato creato nel lontano 1935, da segnalare tra le altre tappe consigliate Bad Dürkheim, dove si trova la botte più grande al mondo. Nella stessa località, a settembre, si tiene il Wurstmarkt und Weinfest, mentre a Neustadt an der Weinstraße si svolge ogni anno il Gran Premio internazionale Mundus Vini.

Mosel
La strada dei vini della Mosella si snoda in un territorio caratterizzato da una viticoltura “eroica”: sugli 8800 ettari totali, 3800 sono coltivati in forte pendenza e quindi con lavorazioni totalmente manuali. I vigneti di Calmont, a titolo di esempio, crescono su un versante a 68 gradi di pendenza. Questo dato rappresenta un vero e proprio record mondiale. L’area è particolarmente attraente per l’enoturista grazie al pittoresco insieme creato dai meandri del fiume che le dà il nome, dalle dolci colline punteggiate da fortezze e villaggi e dai tanti appuntamenti culturali in programma.